top of page

Storybook Workshop 04.01.24



Sto per fare un po' di pubblicità a me stessa. In questo post vi dico qual è il mio prossimo passo come insegnante di inglese e vi invito, se siete genitori o conoscete un genitore di un bambino della scuola elementare, al mio prossimo Language Lights Storybook Workshop. Ecco. It's out. Ecco tutti i dettagli (potete cliccare sul link, ma ve li darò anche qui).


Cos'è: un workshop per genitori e figli in cui, per la prima metà, guiderò i bambini attraverso una bellissima storia invernale e insegnerò loro una divertente poesia invernale, e per la seconda metà, guiderò i genitori attraverso la mia metodologia di insegnamento e come applicarla a casa con i loro figli.

Per chi è: genitori di studenti della scuola elementare che desiderano che i loro figli adottino un atteggiamento positivo nei confronti dell'apprendimento dell'inglese.

Quando: Giovedì 4 gennaio alle 16:00

Dove: Zoom - potete collegarvi da qualsiasi luogo!

Quanto costa: 25€

Perché non è gratuito: perché per la mia esperienza, gratuito = zero impegno. Voglio che sia accessibile per tutti, ma anche che sia un importo che richieda un impegno a venire alla sessione.

 

Come insegno l'inglese ai bambini


Ciao, sono Claire e insegno inglese (soprattutto ai bambini) da quando avevo 18 anni. È iniziato come un lavoro secondario durante l'università e alla fine è diventato il mio lavoro a tempo pieno. Ho sviluppato un modo di insegnare che nel corso degli anni ho imparato a chiamare il mio metodo. Che cos'è il mio metodo? Non è scienza missilistica. È mantenere l'inglese divertente. Voglio che i bambini imparino in un modo che abbia senso per loro. Poiché le mie lezioni sono lezioni di doposcuola, faccio di tutto per mantenerle dinamiche e ricche di attività. Una di queste attività è l'insegnamento attraverso le storie. Indipendentemente dal livello di conoscenza dell'inglese, i bambini sono in grado di seguire una storia e di imparare o rinforzare il vocabolario attraverso le parole e le immagini. Leggere una storia con uno studente o un gruppo di studenti apre molte "porte dell'insegnamento". Ho sempre usato le storie, ma ultimamente, da quando ho iniziato a insegnare online (quindi dal Covid, essenzialmente), ho avuto bisogno di concentrarmi sul coinvolgimento dei bambini, cosa un po' più difficile da fare attraverso uno schermo. Ecco un aneddoto per voi, che è anche il motivo per cui ho deciso di concentrarmi al 100% sull'insegnamento ai bambini ora, 3 anni dopo.

 

L'inizio dell'insegnamento attraverso le storie


Quando è arrivato il Covid, lavoravo in un centro linguistico. Insegnavo l'inglese presso il centro, ma andavo anche nelle scuole pubbliche di tutta Roma per insegnare il CLIL, ovvero l'inglese attraverso altre materie. Quell'anno, il 2020, insegnavo inglese attraverso l'arte in una scuola elementare vicina, a tutte le classi, dalla prima alla quinta. Il Covid ha chiuso tutto e, fortunatamente, la mia scuola ha deciso di far funzionare le nostre lezioni online. Con i miei piccoli gruppi del centro è stato abbastanza facile continuare, dopo tutto gli studenti avevano il loro libro e il loro quaderno di lavoro e io dovevo solo continuare a insegnare loro come facevo a scuola, ma non in classe. I corsi della scuola pubblica erano un altro problema. 25-30 studenti, collegati su GoogleMeet (non la mia piattaforma preferita per insegnare ai bambini), senza nulla che tenesse viva la loro attenzione se non me e lo schermo. I miei pensieri... come farò a intrattenerli per un'ora?!?!?!?! Poi ho pensato... ci sono tonnellate di e-book e di storie lette ad alta voce su YouTube... e se li usassi come base per le lezioni e poi permettessi ai bambini di fare qualche tipo di lavoro alla fine, mostrando ciò che hanno imparato dalla storia? Ho trascorso ore a convertire i video di YouTube in PowerPoint, aggiungendo un vocabolario supplementare dove necessario, aggiungendo immagini ed emoji per aiutare ulteriormente i bambini a capire la storia. ORE!!! Ma sapete una cosa? Molte di quelle storie le uso ancora oggi. La base dei miei clienti per la mia attività di insegnamento online proviene da quei corsi. I genitori hanno visto come insegnavo l'inglese e mi hanno contattato per sapere come lavorare con me. È stato allora che ho capito... questo "metodo", che a me sembrava di buon senso, era in realtà qualcosa che interessava alle persone e che rendeva i bambini felici di venire alle loro lezioni di inglese.

 

La mia situazione attuale


Ho studenti che sono con me da 4-5 anni e ancora scherziamo sulle storie che abbiamo letto quando erano più giovani. Le ricordano ancora. Ho studenti che mi chiedono di mettere le storie che leggiamo durante le lezioni nella loro cartella di Google Classroom, in modo che possano rileggerle tra una lezione e l'altra. Proprio l'altro giorno avevo una lezione con un'alunna che era stanca e non parlava (mi rispondeva solo in chat), ho cambiato il mio programma di lezione, ho aperto una storia e sapete cosa? Ha iniziato a partecipare, voleva leggere la storia e alla fine del libro parlava di nuovo come fa solitamente. Insegnare attraverso le storie funziona e voglio dimostrarvelo.


Ecco di nuovo il mio marketing personale. Se siete curiosi, o conoscete qualcuno che potrebbe essere curioso di saperne di più su questo metodo, date un'occhiata al mio Language Lights Storybook Workshop, o semplicemente condividete questo post con qualcuno che pensate possa apprezzarlo. Significa molto per me.


Thanks everyone, see you next week!



1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page