top of page

Grammar?! No thanks 🤮

È un titolo controverso per un post di questo blog, non è vero? Almeno nel mondo delle lingue. Ma dobbiamo assolutamente parlarne. Odio la grammatica. Sì, avete capito bene. In tanti anni di insegnamento ho imparato che la grammatica è ciò che impedisce alle persone di comunicare in una lingua. Forse è un po' esagerato. Permettetemi di riformulare.

La paura della grammatica è ciò che impedisce alle persone di comunicare in una lingua. Paura di commettere errori. Paura di essere giudicati. Paura di sembrare stupidi.

Non mi sto inventando nulla. Lo so per esperienza diretta di apprendimento delle lingue e per esperienza diretta di insegnamento. Se avete imparato una lingua da adolescenti o da adulti, sapete esattamente di cosa sto parlando. Fortunatamente, non nasciamo con queste paure. Queste paure ci vengono inculcate da altri: insegnanti, genitori, familiari, forse anche amici. Non facciamolo più. Ho deciso di fare della mia missione di vita quella di aiutare i bambini a trovare la fiducia in se stessi nel parlare inglese, e prima iniziano, meglio è!


Solo una nota veloce prima di continuare con il mio sproloquio anti-grammatico... Sì, le strutture grammaticali sono la costruzione del linguaggio, non sto dicendo che possiamo imparare a parlare una lingua senza di esse...

Tornando al mio sproloquio...ma Sì, possiamo imparare a parlare una lingua senza memorizzare le strutture per un esame e poi dimenticarle. Possiamo imparare a comunicare in una lingua anche se la nostra grammatica non è perfetta. Molte persone dicono: "No, non sono ancora pronto a parlare, devo migliorare la grammatica...". NO! È necessario fare il contrario. Dobbiamo mettere in pratica le strutture grammaticali non appena le impariamo! Ed è proprio così che i bambini devono impararle: non memorizzandole, ma ascoltandole e ripetendole in contesti di conversazione naturali.

 

Come i bambini dovrebbero imparare la grammatica inglese


I bambini dovrebbero "imparare" la grammatica inglese nello stesso modo in cui imparano a usare la loro lingua madre. Esponendosi ad essa. I bambini non parlano per almeno un anno! Si lascia che assorbano suoni e parole e poi, a poco a poco, iniziano a capire il significato di queste strane parole e frasi che le persone intorno a loro pronunciano, e solo allora provano a dire una sola parola. Alla fine iniziano a pronunciare 2 o 3 parole alla volta, spesso solo frasi incomprensibili, fino a quando non riescono a formare una frase sensata, che di solito ha senso solo per i loro genitori. È molto importante anche il motivo per cui i bambini imparano a parlare la loro prima lingua. PER COMUNICARE. Non per ottenere un 7, un 8 o un 9 in un esame. Non per impressionare qualcuno o per rendere qualcuno orgoglioso di loro. Vogliono comunicare, proprio come vedono fare ai bambini più grandi e agli adulti intorno a loro. Questa è la loro motivazione. Non il punteggio di un esame.


Quindi, per favore, ditemi perché imparare una seconda lingua dovrebbe essere diverso? Non importa a che età un bambino inizia a imparare una seconda lingua, che abbia 2, 5, 8, 10 anni o più. Avranno comunque bisogno del "periodo di silenzio", in cui potranno semplicemente osservare e ascoltare la seconda lingua. Avranno ancora bisogno del "periodo del gibberish", in cui potranno dire e ripetere parole senza doversi preoccupare troppo del loro significato. Devono anche avere un PERCHE'. Perché dovrebbero imparare l'inglese? NO, NON SOLO PERCHÉ DEVONO PRENDERE UN BUON VOTO A SCUOLA. Hanno bisogno di una motivazione reale e personale. Potrebbe essere semplicemente per comunicare, se hanno la possibilità di interagire con persone madrelingua (come un insegnante) o con altri ragazzi in un contesto di lezioni di gruppo. Potrebbero voler capire ed essere in grado di cantare tutte le canzoni dei Maneskin in inglese. Potrebbe essere che vogliano leggere o guardare Harry Potter in lingua originale. Questa motivazione, qualunque essa sia, li aiuterà a dedicare il tempo e l'energia necessari all'apprendimento di strutture grammaticali più complesse man mano che crescono.

Quindi, per favore, smettiamo di stressare i bambini. Smettiamo di aspettarci che siano fluenti in inglese dopo pochi anni di lezioni (1 ora a settimana durante l'anno scolastico equivale a circa 30 ore all'anno... 30 ore non renderanno nessuno fluente, ma è un inizio). Smettiamo di stressarci per i loro voti scolastici e per il superamento degli esami di Cambridge e concentriamoci di più sull'aiutarli a capire il loro PERCHE' di apprendimento dell'inglese.

 

Ok, ho finito il mio piccolo sproloquio per oggi.


Sono molto appassionata di questo tema e vedere i bambini stressarsi per cose inutili mi deprime. Per questo motivo dedico molto tempo all'organizzazione di lezioni, corsi e workshop per rendere l'inglese divertente, in modo da poter mostrare a quanti più bambini possibile che l'inglese non deve essere per forza stressante, frustrante o difficile.


A proposito di laboratori, il mio prossimo workshop gratuito è il 4 maggio. Sono invitati tutti i bambini delle scuole elementari, dalla prima alla quinta classe. Qui sotto trovate tutti i dettagli. Sarà molto divertente, quindi iscrivete il vostro bambino prima che i posti si esauriscano!!!



14 views0 comments

Comentários


bottom of page